La LODIGIANA RECUPERI S.R.L. opera nel settore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti sino dal 1974 quando il titolare ha iniziato l'attività di raccolta di olio minerale usato quale agente rappresentante di azienda specializzata nel campo.
Attualmente l'azienda opera il deposito preliminare, la messa in riserva, il ricondizionamento nonchè il trasporto di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di svariata natura sulla base dei seguenti atti autorizzativi (ultimi in ordine di tempo) attualmente vigenti:

  1. deposito preliminare, la messa in riserva, il ricondizionamento => d.g.r. Lombardia n. 3002 del 29/12/00 (prima autorizzazione con d.g.r. n. 37960 del 10/04/84);
  2. Trasporto => Iscrizione all'Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti - Sezione Regionale Lombardia al n. MI002631SO del 27/03/01 (prima autorizzazione con d.g.r. Lombardia n. 21633 del 30/06/87).

L’azienda risulta altresì essere una delle prime del settore ad essere certificata UNI EN ISO 9002 nonchè UNI EN ISO 14001.

L'attività di deposito e trattamento rifiuti viene effettuata presso la sede dell'azienda in Corte Palasio (LO), Via Leonardo da Vinci 4, su un'area di circa 4.000 mq dove sono posizionate le seguenti strutture:

 
  • Capannone 1.
    Occupa un'area di circa 530 mq ed è parzialmente interessato dalla zona uffici e servizi, posti su due piani, per circa 200 mq. All'interno del capannone vi sono sia un'area confinata destinata allo stoccaggio di rifiuti liquidi in cisternette armate da 1 mc (autorizzata per un quantitativo massimo di 24 mc), sia un'area per lo stoccaggio rifiuti in fusti (autorizzata per un quantitativo massimo di 14 mc) e sia un bacino di contenimento per un serbatoio verticale destinato allo stoccaggio di olio vegetale esausto (9 mc).
    Vengono svolte le attività di adeguamento volumetrico dei rifiuti sia a mezzo pressa idraulica a fossa sia con trituratore.
  • Capannone 2.
    Occupa un’area di circa 200 mq e viene utilizzato quale officina meccanica ed attrezzeria nonché, su soppalco, quale deposito di contenitori vuoti e materiali di pronto intervento per bonifiche.
  • Parco serbatoi.
    Occupa un'area di circa 190 mq tutti delimitati da bacino di contenimento a tenuta all'interno del quale sono posizionati 5 serbatoi verticali da 31 mc di cui 3 per gli oli minerali esausti, 1 per le emulsioni oleose esauste ed 1, alloggiato in apposito bacino di contenimento separato, per l’olio contaminato. All'interno del bacino è pure alloggiata la sala pompe nonchè le centraline di caricamento dei serbatoi (una per l’olio esausto ed una per le emulsioni). Il parco serbatoi è totalmente posto al coperto sotto specifica tettoia.
  • Parco containers 1.
    Occupa un'area di circa 170 mq posta al coperto sotto tettoia, tamponata su tre lati e con fondo impermeabilizzato con pendenza verso pozzetti a tenuta per la raccolta di eventuali sversamenti in fase di movimentazione. In tale area sono depositati 4 containers scarrabili utilizzati per lo stoccaggio di rifiuti solidi e/o cassonetti pallettizzati per un quantitativo massimo pari a 100 t.
  • Parco containers 2.
    Occupa un area di circa 210 mq posta al coperto sotto tettoia, con fondo impermeabilizzato con pendenza verso pozzetti a tenuta per la raccolta di eventuali sversamenti in fase di movimentazione. In tale area sono depositati 4 containers scarrabili utilizzati per lo stoccaggio di rifiuti solidi.
    Tutte le pertinenze sono impermeabilizzate con battuto in cemento e sono munite di rete fognaria interna adducente a vasca disoleatrice posizionata a monte dello scarico in fognatura comunale.
    Ad ulteriore protezione vi è una valvola di intercettazione generale a presidio della rete fognaria interna posizionata in pozzetto a monte della vasca disoleatrice.
    Oltre ai presidi mobili antincendio (estintori di varia dimensione), l'impianto è dotato di anello antincendio, con diametro di 80 mm con prese e manichette, e di presa per VV.FF ed è munito di Certificato Prevenzione Incendi.

L'attività di trasporto rifiuti viene svolta con i seguenti mezzi:

  • n. 2 autospurghi, scarrabili a norma A.D.R., con portata di 8 mc, per la raccolta ed il trasporto di rifiuti speciali e/o pericolosi liquidi sfusi e per attività di spurgo;
  • n. 2 autocisterne aspiranti, con portata di 60 q, dedicate esclusivamente alla raccolta ed al trasporto di olio minerale esausto;
  • n. 5 autocarri cassonati, con portata di 60 q, per la raccolta ed il trasporto di rifiuti speciali e/o pericolosi in contenitori a tenuta (fusti, cisternette, big-bags cassonetti pallettizzati);
  • n. 1 autocarro con cassone in acciaio, con portata di 50 q, per il trasporto di accumulatori esausti sfusi;
  • n. 4 autofurgoni chiusi, con portata variabile da 3 a 12 q, per la microraccolta ed il trasporto di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in contenitori a tenuta (fustini, big-bags cassonetti pallettizzati).